Markham & Read annuncia l’aggiudicazione di un risarcimento del valore di 600.000 dollari deliberata da una giuria federale a favore di Bruce Cahill, un uomo d’affari operante nella Orange County, in seguito al verdetto di frode e...

Per il 22 agosto è stata fissata un’udienza per stabilire i danni punitivi, dopo che è stato deciso che Edalat ha frodato vari investitori in Pharma Pak, Inc. e ha deliberatamente diffamato Cahill

BOSTON--()--

“Come imprenditore e filantropo nella California meridionale da oltre 30 anni, sono grato che la giuria abbia confermato la mia reputazione di uomo d’affari onesto e di successo in vari settori: tecnologia, semiconduttori, editoria e proprietà immobiliari”

Markham & Read annuncia l’aggiudicazione di un risarcimento del valore di 600.000 dollari deliberata da una giuria federale a favore di Bruce Cahill, un uomo d’affari operante nella Orange County, in seguito al verdetto di frode e diffamazione emesso contro Paul P. Edalat

Lo studio legale di Boston Markham & Read oggi ha annunciato, con riferimento alla causa Bruce Cahill et. al. versus Paul Pejman Edalat et. al. (U.S. Federal Court Docket: 8:16-cv-00686), che una giuria federale ha stabilito che Edalat ha agito deliberatamente con sopraffazione, frode o dolo nei confronti di Cahill, già amministratore delegato di Pharma Pak, Inc., che ha sostenuto che Edalat ha lanciato una campagna di diffamazione contro di lui sui social media nel corso di un anno.

La giuria ha aggiudicato un risarcimento dell’importo di 600.000 dollari per i danni sofferti da Cahill e ha deliberato che Edalat è responsabile di danni punitivi. Il 22 agosto sarà tenuta, presso il tribunale distrettuale degli Stati Uniti di Santa Ana – U.S. District Court, Central District of California (Santa Ana division) – un’udienza per determinare l’entità dei danni punitivi.

Inoltre la giuria ha deliberato che Edalat era responsabile di danni inflitti a Greg Cullen, Ron Franco e Shane Scott, investitori in Pharma Pak.

“Siamo lieti che la giuria abbia inviato un chiaro messaggio a Paul Edalat e sostenuto in pieno Bruce Cahill e la reputazione di cui gode da molto tempo nella comunità locale”, ha affermato John J. Markham, avvocato che rappresenta Cahill e gli investitori in Pharma Pak. “Il verdetto e il risarcimento danni che ne consegue costituiscono una prova innegabile che Bruce Cahill è stato discolpato completamente da quanto implicato nelle azioni senza scrupolo e affermazioni diffamatorie di Edalat, insieme ad altri attori che la giuria ha determinato essere stati danneggiati da Edalat.”

Durante il processo, Markham e la sua collega Bridget A. Zerner hanno presentato prove e testimoni per dimostrare che Edalat ha persuaso Cahill, Cullen, Franco, Scott e altri a investire oltre 4 milioni di dollari in Pharma Pak facendo più volte affermazioni concernenti il valore dell’azienda, la sua proprietà intellettuale, la sua clientela preesistente e una serie di potenziali clienti.

Nel corso del procedimento legale sono state presentate ai giurati prove dirette che Edalat, un individuo nato nella Orange County e che in precedenza aveva fatto bancarotta nella California meridionale (U.S. Bankruptcy Court Docket: 8:14-bk-14529-TA) e a cui nel 2014 era stato “proibito e impedito in permanenza … di fabbricare, preparare, confezionare, etichettare, conservare o distribuire qualsiasi supplemento dietetico, direttamente o indirettamente” dal tribunale distrettuale degli Stati Uniti per il Distretto centrale della California (U.S. Federal Court Docket: SACV 14-01759-JLS), ha utilizzato i fondi da investire per pagare debiti contratti in giochi d’azzardo a Las Vegas e altre spese stravaganti. Inoltre i giurati hanno esaminato molti post di Edalat apparsi su social media e riguardanti la vita personale dell’ex amministratore delegato di Pharma Pak, che hanno formato la base delle affermazioni di Cahill fatte in tribunale: che Edalat aveva cercato di diffamarlo dopo che la causa era stata intentata presso il tribunale federale.

Inoltre la giuria ha deliberato che Olivia Karpinski, convenuta insieme a Edalat, è responsabile del risarcimento di 11.000 dollari per danni sofferti da Cahill in seguito alle affermazioni diffamatorie da lei fatte sui social media.

Durante il processo, la giuria ha ascoltato la testimonianza di un agente di polizia di Irvine che ha vanificato il tentativo di Karpinski di dichiarare falsamente di essere stata vittima di molestie sessuali. Il 3 ottobre 2016, il giorno prima di essere chiamata a deporre in relazione alla causa, Karpinski si è recata al Dipartimento della polizia di Irvine e ha affermato (verbale: Irvine CA Police Department Record #16-15720) di essere stata vittima di uno stalking e due ore dopo è ritornata alla sede della polizia per presentare una dichiarazione aggiuntiva di molestie sessuali. Secondo il verbale, l’agente di polizia ha spiegato che il suo racconto non era interpretabile come molestie sessuali e le ha chiesto perché aveva atteso 11 mesi prima di fare le accuse. In precedenza, Karpinski aveva postato le false dichiarazioni di molestie sessuali contro Cahill sul proprio account Instagram, dove erano rimaste di dominio pubblico per molti mesi.

“Come imprenditore e filantropo nella California meridionale da oltre 30 anni, sono grato che la giuria abbia confermato la mia reputazione di uomo d’affari onesto e di successo in vari settori: tecnologia, semiconduttori, editoria e proprietà immobiliari”, ha dichiarato Cahill. “Sono lieto che siano stati riconosciuti i danni causati da numerose dichiarazioni false e affermazioni diffamatorie fatte nei miei confronti da Paul Edalat.”

Il testo originale del presente annuncio, redatto nella lingua di partenza, è la versione ufficiale che fa fede. Le traduzioni sono offerte unicamente per comodità del lettore e devono rinviare al testo in lingua originale, che è l'unico giuridicamente valido.

Contacts

Denterlein
Scott Farmelant/Jill Reilly
617-482-0042